Archivio

Laboratorio Formentini > il Diario

post cover

L’editore con la matita. La biblioteca di Luciano Foà

In occasione dell’apertura della biblioteca privata di Luciano Foà agli studiosi, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori organizza una mostra dedicata all’agente letterario, editore e traduttore. La biblioteca, specchio dell’attività personale e professionale di Luciano Foà, si compone di oltre 8000 volumi, spesso annotati, disposti secondo nuclei  linguistici, tematici o topografici, mentre le pubblicazioni edite da […]

post cover

BookCity Milano 2018 – Il racconto

Un’altra edizione di BookCity è giunta al termine. Da Milano Città Creativa per la Letteratura Unesco al Premio Babel-Laboratorio Formentini, gli eventi ospitati dal Laboratorio sono stati dedicati in parti come sempre tutti i mestieri editoriali, dalla traduzione alla scrittura, dalla storia editoriale al graphic novel italiano. Venerdì 16 novembre La giornata di venerdì è iniziata con […]

post cover

In occasione dei 60 anni della casa editrice, Fondazione Mondadori promuove una mostra e due incontri che documentano il primo e l’attuale decennio dell’avventura editoriale de il Saggiatore. Dai cataloghi, che sono indice dei temi del discorso editoriale, il passaggio immediato è alle copertine che, dalla superficie, comunicano visivamente l’oggetto libro. La prima stagione è quella che […]

post cover

BookCity Milano 2018

Torna BookCity Milano, la grande festa dedicata al libro giunta alla settima edizione. La manifestazione si articola in quattro giorni, di cui il primo è interamente dedicato al mondo della scuola, durante i quali vengono promossi incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, organizzati in tutta la città: dalle librerie ai musei, dalle biblioteche […]

post cover

Mostro 2 – Graphic Design Camp

In occasione dei Brera Design Days, dal 12 al 18 ottobre il Laboratorio ospita nuovamente Mostro, festival dedicato alle arti grafiche e alla comunicazione visiva. Progettato da Marco Sammicheli, Maria A. Di Pierro e Marco Williams Fagioli e con l’art direction di Zup Design, il  festival racconta il mondo delle arti grafiche e della comunicazione visiva […]

post cover

Buste dipinte

Organizzata nell’ambito del Festival delle lettera, Buste dipinte è un appuntamento con l’arte che  coinvolge numerosi e talentuosi maestri del contemporaneo su invito di critici, galleristi e curatori.Gli artisti sono invitati a trasformare delle semplici buste da lettere in vere e proprie opere d’arte, poi esposte e vendute ad un prezzo prestabilito in favore di un’associazione benefica. […]

Premio Babel-Laboratorio Formentini: i finalisti

Quest’anno la terzina finalista del Premio Babel-Laboratorio Formentini per giovani traduttori letterari di lingua italiana è tutta al femminile. Tra le numerose candidature pervenute, la giuria ha selezionato: – Francesca Bononi per il romanzo di Kahouther Adimi, La libreria della rue Charras, L’orma. – Daniela De Lorenzo per il romanzo di Samir Toumi, Lo specchio vuoto, Mesogea. – Elisa Tramontin per il romanzo di Mario Levrero, Lascia fare […]

Leggere per scrivere

Tornano il corsi di “Leggere per scrivere”: cinque incontri che si propongono di fornire al lettore strumenti per accrescere la sua consapevolezza e permettergli di apprezzare meglio quel che legge, ma anche aiutarlo ad acquisire un atteggiamento attivo e creativo che, attraverso la lettura, lo porti a un miglioramento della sua attività di scrittura. L’obiettivo è, […]

post cover

Festival delle lettere

Dal 2005 a Milano si svolge un Festival che celebra la scrittura epistolare: è il Festival delle lettere, la prima e unica manifestazione italiana dedicata a carta, penna e francobollo.Che gli italiani fossero un popolo di scrittori non è poi una grande scoperta, ma scoprire che nell’era degli sms e delle e-mail il piacere della […]

post cover

Il censore e l’editore. Mussolini, i libri, Mondadori

Il 3 aprile 1934 Mussolini firmò una circolare diretta ai prefetti con cui ordinava a tutti gli editori di consegnare alla prefettura tre copie di qualsiasi pubblicazione avessero stampato: fu la svolta radicale che consegnò al regime il progressivo controllo dei contenuti di tutta l’editoria nazionale e da cui qualche anno più tardi sarebbe scaturita la normativa […]