post

Laboratorio Formentini > il Diario > Scrittori e scritture > Leggere Primo Levi – Chimica e altri mestieri

post cover

Leggere Primo Levi – Chimica e altri mestieri

Una delle fonti di Primo Levi è stato il suo mestiere di chimico. Come ha interagito con la sua attività di testimone e di narratore? In che modo e con quali aspetti della sua scrittura, sia saggistica che narrativa? Ripercorrendo il rapporto che Levi intrattiene con la scienza e con la tecnica per arrivare alla sua particolarità di scrittore.

BookCity per le Scuole, manifestazione organizzata in collaborazione con Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, quest’anno propone un progetto di grande livello culturale e formativo, riservato ai docenti delle secondarie superiori, dal titolo Leggere Primo Levi. L’attività si articola in quattro incontri, conversazioni a tema, tenuti da Marco Belpoliti, grande conoscitore di Levi e intellettuale di assoluto spessore, partendo dalla lettura dei testi dell’autore; lo scopo è quello di mostrare la complessità di Levi sovente ricondotto all’identità di testimone – il testimone del Lager nazista per eccellenza – mentre in realtà presenta molte e differenti facce, a partire da quella decisiva di scrittore. Si propongono in anticipo ai partecipanti le letture dei libri e degli scritti, in modo da avere una base comune di lavoro. Ogni incontro presuppone anche una parte di dialogo tra il relatore e i partecipanti, con l’obiettivo di focalizzare meglio aspetti e problemi posti dalla lettura di Levi.