post

Laboratorio Formentini > il Diario > Cultura editoriale > Nuove responsabilità dell’editore nell’era dell’Information Society

post cover

Nuove responsabilità dell’editore nell’era dell’Information Society

Non più staticamente limitata alla carta stampata, nell’era dell’Information Society l’informazione confluisce in data base, viene elaborata da sistemi software, si integra con i contenuti autoprodotti degli utenti, si diffonde senza più vincoli di forma, tempo o territorio. In questo contesto si prospettano opportunità inedite e in continuo sviluppo per la valorizzazione dei contenuti editoriali.
Al contempo si amplia però il perimetro delle responsabilità dell’editore derivanti dalla messa a disposizione di contenuti on line, dalla loro integrazione con User Generated Content e condivisione in Social, nonché dalla commercializzazione di sistemi software avanzati e piattaforme dedicate a professionisti e consumatori.

Prendendo spunto dai più significativi case studies e dall’esperienza maturata da Sergio Liscia (Wolters Kluwer Italia) nell’offerta di contenuti e software evoluti, l’incontro è stato dedicato all’esame dei profili di responsabilità dell’editore nel quadro della vigente disciplina italiana ed europea.

Beatrice Cunegatti e Claudio Di Cocco (InfoTech Law Firm) ne hanno discusso con Sergio Liscia (Wolters Kluwer Italia)