post

Laboratorio Formentini > il Diario > Cultura editoriale > Prolegomeni per una casa editrice

Prolegomeni per una casa editrice

Il progetto di alternanza scuola-lavoro, un tirocinio pre-estivo di tre settimane presso imprese, aziende ed enti del territorio, permette agli studenti del penultimo anno delle scuole superiori di entrare in contatto con il mondo del lavoro e li aiuta nella scelta del futuro corso di laurea. Da quest’anno scolastico l’esperienza diventa obbligatoria per gli studenti del triennio delle scuole superiori.

Coinvolte quindi in un percorso di questo genere, le scuole si sono attivate per strutturare progetti in alcuni casi anche molto interessanti, come per esempio quello del liceo Parini, che ha deciso di proporre ai propri studenti la simulazione di una vera e propria casa editrice scolastica. Per poter fare ciò ha chiesto il supporto di chi nell’editoria lavora da anni: partner istituzionali, grandi e piccole realtà del settore, professionisti del campo.

È stato quindi individuato nel Laboratorio Formentini per l’editoria – che rappresenta uno spazio di valorizzazione e divulgazione del lavoro editoriale, che dà voce ai protagonisti della filiera della lettura per raccontare le storie del passato, guardare alle professioni del futuro, ospitare le esperienze internazionali e promuovere l’eccellenza culturale italiana nel mondo – il luogo elettivo dove organizzare tre incontri che hanno svelato agli studenti del liceo Parini di Milano i retroscena del settore editoriale. Insieme ai professionisti che ci lavorano, i ragazzi hanno scoperto non solo il tortuoso e affascinante iter del libro – dall’arrivo del testo in redazione alla stesura della quarta di copertina – ma anche le diverse professionalità che compongono il mondo dell’editoria, dal traduttore all’illustratore, dal redattore all’editor.

Il primo incontro su L’iter del libro, con L. Cerutti, G. Di Tolle, T. Gobbi, I. Marzi, C. Richelmi, A. Tarabbia.