post

Laboratorio Formentini > il Diario > Lettori e letture > Serata di proclamazione del Premio Opera Prima 2017

post cover

Serata di proclamazione del Premio Opera Prima 2017

Mercoledì 28 giugno il Laboratorio ha ospitato la serata di proclamazione del Premio Opera Prima 2017. Ad aggiudicarsi la seconda edizione del premio è stato Walter Comoglio con la raccolta di racconti La sera che ho deciso di bloccare la strada, edita da Gorilla Sapiens (Roma 2016).

Un riconoscimento speciale alla cura editoriale è stato assegnato, da parte degli studenti del Master in Editoria, a Medusa di Luca Bernardi, edito da Tunué (Latina 2016).

Per entrambi i libri premiati, la giuria del Master ha inteso sottolineare e valorizzare il lavoro di ricerca delle piccole case editrici indipendenti e contribuire alla scoperta e alla visibilità di nuovi talenti.

Anche quest’anno i vincitori saranno ospitati in autunno dall’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles per presentare i libri premiati, in un’ottica di internazionalizzazione dell’editoria italiana che ha caratterizzato quest’esperienza fin dalla prima edizione.

La premiazione si è svolta in presenza dei sei scrittori finalisti e dei loro editori, oltre a Walter Comoglio e Luca Bernardi: Arturo Belluardo (Minchia di mare, Elliot, Roma 2017), Valerio Callieri (Teorema dell’incompletezza, Feltrinelli, Milano 2017), Roberto Livi (La terra si muove, Marcos y Marcos, Milano 2017) e Marta Zura-Puntaroni (Grande Era Onirica, minimum fax, Roma 2017).

Il libraio Luca Santini della libreria itinerante Librisottocasa ha dato a tutti la possibilità di sfogliare e acquistare i libri dei sei finalisti.

Il premio POP, un premio per esordienti fatto da “quasi esordienti” nel mondo del lavoro editoriale, è nato su ideazione e con il coordinamento di Benedetta Centovalli e con la partecipazione degli studenti del Master in Editoria promosso da Università degli Studi di Milano, Associazione Italiana Editori e Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori.