Conservazione e valorizzazione della memoria e del patrimonio culturale nell’era del mercato unico digitale

Le nuove tecnologie telematiche che caratterizzano il mercato unico digitale consentono ad archivi e biblioteche, di enti pubblici e privati, di esplorare modalità inedite per la valorizzazione delle proprie collezioni. La conservazione e diffusione della memoria e del patrimonio culturale presuppongono tuttavia il bilanciamento di diversi interessi: della collettività ad averne accesso, dei titolari dei diritti a controllarne l’uso e delle persone al diritto alla privacy.

L’incontro è dedicato all’analisi delle norme in tema di diritto d’autore e trattamento dei dati personali volte a contemperare l’interesse alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, previste nella nuova Direttiva Copyright (direttiva UE 2019/790), di prossima attuazione da parte del legislatore italiano, e del recente Regolamento GDPR (regolamento UE 2016/679).

Intervengono in qualità di relatori gli avvocati Fabrizia Serpieri e Adriano Tribulato, coordina l’avvocato Beatrice Cunegatti

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.