Incontro aperto

Scrivere il cinema: La mente è un luogo appartato

Come si racconta il cinema attraverso un’autobiografia (immaginaria)

La biografia immaginaria di un attore del cinema italiano degli anni d’oro, scritta raccogliendo, in un collage di forme narrative, diari, stralci di sceneggiature, lettere, email e interviste. In La mente è un luogo appartato (Alessandro Polidoro Editore, 2022) Davide Mazzocco ripercorre la storia del cinema del secolo scorso, componendo, allo stesso tempo, il ritratto di un uomo che negli anni è costretto, al netto di una carriera sfavillante, a interrogarsi sulla propria identità fragile e sui suoi fallimenti privati.

Per il ciclo librinudi, dedicato a come si fanno i libri e ai meccanismi editoriali in genere, ci parleranno di come si racconta il cinema Davide Mazzocco e Gianni Canova.

L’appuntamento è per lunedì 13 giugno alle ore 19 al Laboratorio Formentini e online su Facebook. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.

Scopri l’evento su Facebook.

Laboratorio Formentini per l'editoria

Potrebbe interessarti anche

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.