Il silenzio nella stanza dell’analista

Laboratori invernali “I silenzi che curano”.

Ciclo di 5 laboratori a cura di Nicoletta Polla-Mattiot.

In una stanza di analisi per far parlare l’inconscio bisogna fare silenzio, l’analista deve tacere, non deve cioè riempire con il proprio sapere gli interrogativi che alimentano il discorso del paziente. Si prende appuntamento con un analista per incontrare una forma di silenzio, un silenzio senza il quale non è possibile alcun confronto con il proprio inconscio. Dialogo con Nicolò Terminio.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.