La mediazione editoriale fra arte e politica

Quale dialettica si instaura tra le ragioni estetiche e i limiti imposti da un sistema politico? Ne discutono Francesca Billiani, docente di Letteratura Italiana Università di Manchester e responsabile del progetto The Dialectics of Modernity, e Sara Sullam (Università degli Studi di Milano).

Ci si concentra in particolare del ruolo chiave giocato dall’industria editoriale nella mediazione tra agenti culturali, scrittori e artisti e nei rapporti con l’estero. Attraverso la lente prospettica del passato, le relatrici aprono una discussione con il pubblico sulle dinamiche tra arte e potere e sul ruolo che le istituzioni culturali, e i loro protagonisti, possono svolgere, mettendo a fuoco questioni di cruciale importanza ancora oggi.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.