La poesia come autoprogettazione

Il poeta europeo per definizione, Germain Droogenbroodt, in un mondo che tende alla devitalizzazione dei linguaggi, presenta i propri versi, risultato di un lavoro poetico sentito come necessario per una possibile forma di autenticità esistenziale.

La serata è a cura di a cura di Tomaso Kemeny.

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.