More is different2. Il traduttore nell’era delle macchine “intelligenti”

I motori di traduzione automatica si sono evoluti e stanno diventando uno strumento adattivo, che si adatta alle esigenze del traduttore in base alla tipologia di testi e argomenti che tratta. Inoltre, attraverso il post editing mirato, la macchina può addirittura apprendere e far evolvere le sue prestazioni per un supporto che si qualifica nel tempo. Una conferma che queste nuove tecnologie non si sostituiscono alla persona, ma la assistono in maniera sempre più completa, in un lavoro che rimane subordinato a competenze elevate e complesse. Competenze che restano il valore aggiunto da mettere in campo da parte del professionista.

Se ne riparla, a circa un anno di distanza dal precedente appuntamento, con Luisa Bentivogli, ricercatrice presso Fondazione Bruno Kessler di Trento nell’unità HLT-MT (Human Language Technology – Machine Translation).

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.